giovedì 12 dicembre 2019
Testata Turismo Parma Paganini Congressi Archivio Foto Homepage www.comune.parma.it Emilia romagna turismo

Strumenti personali

Zavattini Cesare

Parma - PR
Descrizione:

Sceneggiatore cinematografico, scrittore, pittore, fumettista e giornalista, Zavattini nasce a Luzzara, in provincia di Reggio Emilia, nel 1902 e muore a Roma nel 1989.


Istrione della Bassa, maestro dei grandi del cosiddetto surrealismo padano, Zavattini è un personaggio sfuggente, una delle figure più significative del secolo, cui si devono libri come Parliamo tanto di me, I poveri sono matti, Io sono il diavolo, Straparole e film indimenticabili come I bambini ci guardano, Sciuscià, Ladri di biciclette, Miracolo a Milano, Umberto D.
A Parma collabora alla Gazzetta e, per mantenersi agli studi, diventa istitutore al Convitto nazionale Maria Luigia con allievi che si chiamano Pietrino Bianchi, Giovannino Guareschi e Attilio Bertolucci, suoi sodali per più stagioni.

L'attività di Zavattini fuori dall'Italia, dovuta in larga misura al successo del cinema neorealista, è intensa. Zavattini visita Cuba, nel 1953, nel 1958 e nel 1959. Proprio nel 1959 scrive il soggetto e collabora alla sceneggiatura del film El joven rebelde di Julio Garcìa Espinosa.
Nel 1955 e nel 1957 va in Messico, dove, per il produttore Manuel Barbacano, si dedica all'ideazione dei film: L'anellino magico, L'anno meraviglioso e Mexico mio. Ha poi altri incontri artistico-politici con l'Ungheria, con gli USA, la Palestina, l'URSS. Zavattini è sempre attivamente partecipe al cambiamento del cinema e del mondo attraverso idee, progetti e iniziative di risonanza internazionale.


Data dell'ultimo aggiornamento:
26/01/2019