lunedì 16 luglio 2018
Testata Turismo Parma Paganini Congressi Archivio Foto Homepage www.comune.parma.it Emilia romagna turismo

Strumenti personali

Tu sei qui: Home / Scopri il territorio / Ambiente e natura / Parchi, riserve naturali / Parco dei Cento Laghi

Parco dei Cento Laghi

Bosco - Corniglio - PR - 43021
Telefono: +39 0521880363 (Ex Colonia Montana)
Orario:

la seggiovia Lagdei-Lagosanto è aperta da metà luglio fino al 31 agosto tutti i giorni escluso il martedì. In caso di maltempo il servizio potrà subire delle interruzioni o essere sospeso.

Descrizione:

il parco occupa un'area di circa 12.600 ettari nei territori di Corniglio e Monchio delle Corti. I ghiacciai delle vallate del Parma e del Cedra hanno modellato il territorio lasciando circhi glaciali, depositi morenici e laghi. Alle quote più elevate dominano gli ambienti rupestri, le brughiere, le torbiere e i laghi glaciali. A quote intermedie, boschi di faggio interrotti da numerosi corsi d'acqua, prati e pascoli. La flora è rappresentata da specie protette, quali la Primula appenninica. Tra la fauna ittica troviamo il salmerino alpino nel Lago Santo. Tra i mammiferi, il lupo, la martora, il capriolo e il cinghiale. L'aquila e il gufo reale sono i rapaci più rappresentativi.


Itinerario del crinale:
il percorso si mantiene a quota 1700 metri e la cima più elevata è il Monte Sillara, che raggiunge 1861 metri di quota. L'itinerario offre panorami sul golfo di La Spezia, su tutta la catena appenninica e sulla pianura sottostante. Percorribile a piedi.

Itinerario dei laghi:
nel territorio del parco se ne contano 19, nascosti tra la Val Parma, la Val Cedra e la Val d'Enza. Gli itinerari attraversano silenziosi boschi di faggio e abete, praterie e pascoli soleggiati e toccano le rive dei laghi, circondate spesso da massi e detriti, tracce dell'origine glaciale dell'area. Percorribile a piedi, a cavallo e in mountain bike.

Itinerario delle frazioni:
gli antichi borghi sono testimonianza dell'intreccio tra storia e natura nell'area, un tempo punti strategici per i traffici commerciali tra Parma, la Lunigiana e la Liguria, racchiudono ville, case a torre e chiese in un percorso che collega Corniglio a Monchio delle Corti. Percorribile a piedi, a cavallo e in mountain bike.

Punti informazione:
sono presenti due postazioni di accoglienza ed informazione turistica presso l'Albergo Ghirardini a Bosco di Corniglio, tel. +39 0521889123 e presso lo Chalet a Lagdei (Bosco di Corniglio), tel: 0521889353.
Inoltre, sono stati predisposti due spazi informativi presso l'Ostello di Corniglio, tel. +39 3397815758 - 3349100609 e l'Albergo-Ristorante Pratospilla, nel Comune di Monchio, Tel 0521890194.

Come arrivare:

Il parco si raggiunge dall'uscita di Berceto dell'autostrada Parma-La Spezia (A15), attraversando il Passo del Sillara e arrivando a Bosco di Corniglio. Per chi proviene da La Spezia si consiglia l'uscita di Aulla che consente di raggiungere Rigoso nel comune di Monchio delle Corti. Altre strade che portano al parco sono la provinciale numero 13 che da Pastorello arriva a Corniglio e la statale 665 che da Langhirano porta al passo del Lagastrello.

Data dell'ultimo aggiornamento:
13/10/2015


archiviato sotto: