domenica 23 luglio 2017
Testata Turismo Parma Centro Congressi Archivio Foto Homepage www.comune.parma.it Emilia romagna turismo

Strumenti personali

Tu sei qui: Home / Eventi / Manifestazioni e iniziative / Mostre / Guido Calvi. Un pioniere della fotografia a Parma

Guido Calvi. Un pioniere della fotografia a Parma

La mostra che presenta alla città parte del ricco materiale fotografico di Guido Calvi donato dagli eredi al Comune di Parma.

Da 16/06/2017
A 16/09/2017
Sede Palazzetto Eucherio Sanvitale
Dove
Parco Ducale
Parma (PR)
Orario

sabato e domenica dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.30.

Costo Gratuito
Aggiungi l'evento al calendario vCal
iCal
Mostre

a mostra, promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Parma e curata da Alessandro Malinverni, intende presentare alla città con taglio divulgativo una parte del cospicuo atelier fotografico del conte Guido Calvi di Coenzo, recentemente donato al Comune dalla famiglia Calvi Parisetti.

La prima, allestita nel salone, presenta una galleria di ritratti scattati all’inizio degli anni Sessanta dell’Ottocento, qui appositamente riprodotti a grandezza naturale; la seconda, nelle salette di sinistra (del Paesaggio e del Pergolato), ospita all’interno di bacheche alcuni documenti riguardanti la vita del fotografo, gli originali dei sedici scatti insieme a molti altri, biglietti da visita, cofanetti portafotografie in cartone da fustellare, album fotografici e fotografie dei disegni di Scaramuzza per la Commedia dantesca; la terza, nelle due salette di destra (del Parmigianino e del Velario), è dedicata alle attrezzature e agli strumenti in parte acquistati da Calvi durante il soggiorno parigino tra 1859 e 1860.

Un’occasione per riscoprire un concittadino illustre dell’Ottocento considerato, con Filippo Beghi e Carlo Saccani, pioniere della nuova arte a Parma e protagonista del passaggio dalla dagherrotipia (immagine su rame non riproducibile) alla fotografia (immagine riproducibile su carta): aristocratico di notevoli qualità intellettuali ed etiche, amico di artisti quali Guido Carmignani e Francesco Scaramuzza, seppe ritagliarsi un ruolo importante in città grazie allo spirito imprenditoriale e all’eccellente padronanza tecnica. Già oggetto di ricerca dei contributi imprescindibili, per quanti vogliano studiare l’evoluzione della fotografia parmigiana, di Romano Rosati e Roberto Spocci, l’operato di Calvi potrà ora essere maggiormente approfondito e valorizzato grazie a questa generosa donazione.

Comune di Parma


Data dell'ultimo aggiornamento:
21/06/2017